Centrale a Biogas 2° articolo

CENTRALE A BIOGAS A MATELICA

 

A Matelica si è costituito un Comitato composto da varie associazioni per valutare le problematiche dell’impianto a Biogas che dovrebbe essere costruito in località Pezze.

Si tratta di un comitato che non è contrario al Biogas ma che ha posto in evidenza le criticità del progetto che è sovradimensionato rispetto al territorio dal quale dovrebbe reperire i materiali (scarti e produzione dedicata) necessari per alimentare l’impianto.

Un impianto a biogas prima di tutto dovrebbe utilizzare gli scarti di lavorazione di prodotti agricoli (olio, ortofrutta, eccetera) e le deiezioni bovine di ogni tipo presenti nei vari allevamenti.

Poi per completare il ciclo di produzione possono essere impiegate materie prime derivanti dalla rotazione imposta dalla legge per la certificazione biologica della produzione.

Inoltre altra condizione importante è la cosiddetta “filiera corta”, cioè questi materiali devono essere reperiti il più possibile nelle vicinanze dell’impianto o al massimo nelle zone limitrofe per limitare al minimo il trasporto dei materiali.

Nell’ultimo incontro si è deciso di inviare ai vari organi di stampa locali un comunicato in risposta a quello comparso alcuni giorni fa sull’Azione e su Geronimo a firma di un rappresentante dell’azienda che ha presentato il progetto.

Un comunicato stampa che in linea di massima conferma quanto sopra espresso e al quale potrebbe far seguito un convegno aperto alla cittadinanza e a tutte le parti in causa nella realizzazione del progetto.

 

Scrivi commento

Commenti: 0